Dakar, Quad, trionfo assoluto di Casale

Ignacio Casale si aggiudica per la terza volta in carriera la Dakar fra i Quad, aggiungendo alle vittorie di 2014 e 2018 anche questa del 2020, pressoché mai in discussione.

Nell’ultima giornata di bagarre che ha visto i piloti affrontare il percorso accorciato a 166km che li portava da Haradh a Qiddiya, il cileno col suo Yamaha ha fatto quella che si può chiamare la classica passerella, accontentandosi del terzo crono di una prova che ha visto primeggiare Arkadiusz Lindner.

“Gli ultimi saranno i primi…” diceva un personaggio molto importante 2000 anni fa, frase che si può collegare direttamente al polacco del 91 Team, fanalino di coda in crescita nelle ultime tappe di un rally raid dominato in lungo e in largo da Casale, con il solo brivido del terz’ultimo percorso, quando il cileno ha avuto problemi che gli hanno fatto più che dimezzare il vantaggio da parte di Simon Vitse.

Il francese del team #JePeux2020-BBR Mercier Racing non ha però sfruttato l’occasione per riagguantare il leader, chiudendo alle sue spalle per 18’24” complessivi, incrementati da una penalità di 4′ che si è portato dietro fin dalle prove iniziali.

Sul terzo gradino del podio sale Rafał Sonik, oggi tornato dietro a Vitse e Casale nei tempi dopo il successo cronometrico di ieri. Il polacco può sorridere nonostante non abbia rispettato i valori del pronostico che lo vedevano tra i favoriti per il successo assoluto, dal quale si ritrova ad 1h04″15″ e con 19′ di penalità.

Buona Top5 anche per l’argentino Manuel Andújar (7240 Team), quarto davanti al polacco Kamil Wiśniewski (Orlen Team), entrambi capaci di togliersi qualche soddisfazione nell’arco di una gara tutto sommato positiva.

Il sesto posto va a Sèbastien Souday (Team All Tracks), seguito da Italo Pedemonte, unico rappresentante dell’Enrico Racing Team rimasto in gara dopo il ritiro da parte del suo caposquadra Giovanni Enrico.

E proprio per il cileno vanno spese un paio di parole, visto che anche oggi ha staccato il secondo tempo al traguardo. E’ senz’altro grande l’amarezza per lui dovuta al ritiro per un problema quando si trovava in seconda posizione ed unico con i numeri per provare ad impensierire Casale. Tornato in azione grazie al regolamento “Dakar Experience”, il sudamericano si è confermato molto veloce, candidandosi per un ruolo di protagonista nelle prossime edizioni.

Dopo aver ricoperto il medesimo ruolo in Sud America, il paraguaiano Nelson Augusto Sanabria Galeano si porta a casa un ottavo posto con miglioramenti finali per il portacolori del M.E.D. Racing Team, seguito da Zdeněk Tůma (Barth Racing Team) e Martín Sarquiz.

Completano l’elenco di quelli che hanno completato senza intoppi la gara, Carlos Alejandro Verza e il sopracitato Lindner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *