La BMW difende le ultime scelte di stile

 Il design delle BMW sta cambiando: a far discutere in principio furono la suv di lusso X7 e il restyling dell’ammiraglia Serie 7, dotate di una mascherina anteriore assai ampia rispetto agli standard della casa tedesca. Poi, allo scorso Salone di Francoforte, tenutosi a settembre, la casa di Monaco ha presentato la BMW 4 Concept (foto sopra e qui sotto), il prototipo di una coupé che dovrebbe prefigurare la prossima Serie 4. A spiccare è la vistosa griglia anteriore, che nelle intenzioni della casa bavarese è ispirata alle BMW degli Anni 50, la quale ha scatenato reazioni piuttosto negative da parte dei fan più affezionati della marca e una certa ilarità sui social, dove sono apparse varie caricature.

bmw-4-concept-2019-10_3 La BMW difende le ultime scelte di stile Motori Auto

È TEMPO DI CAMBIAMENTI – Il settimanale inglese Autocar ha sottoposto la questione al responsabile dello stile del gruppo BMW, Adrian van Hooydonk, il quale ha respinto le critiche sostenendo che il design di ogni azienda deve costantemente evolversi. “L’aspetto più difficile è fare cambiamenti quando hai successo” conferma l’olandese, che prosegue, “il mercato oggi è altamente competitivo, non si può mai stare fermi, se lo fai diventi facile preda degli avversari”. Inoltre, van Hooydonk si è detto ben consapevole che la BMW non ha solo clienti, ma anche tanti fan legati emozionalmente alla marca, tuttavia pensa che anche questi cambieranno progressivamente idea e abbracceranno il nuovo corso del design.

bmw-serie-7-750i-2019-04_11 La BMW difende le ultime scelte di stile Motori Auto

LA SERIE 7 – Il designer ha spiegato inoltre che l’ingrandimento della mascherina rientra in una strategia precisa, che sta portando le BMW ad avere un design più pulito con meno elementi di stile. I pochi elementi, come appunto la mascherina, devono spiccare di più rispetto al passato. Riguardo al restyling della BMW Serie 7 (foto qui sopra), van Hooydonk ha chiarito che l’obiettivo del costruttore era proprio quello di rendere meno “anonima” la berlina top di gamma, ritenuta dai clienti troppo simile alla precedente generazione. Da qui il nuovo frontale “oversize”, che pare avere sortito gli effetti sperati con un aumento considerevole delle vendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *