Ogier vince per la quinta volta il rally del Messico. Citroen C3 davanti a Toyota Yaris di Tänak

Il sei volte campione del mondo di rally Sébastien Ogier ha centrato in Messico la 47° affermazione nel Wrc, che è anche la quinta nella gara centro americana e la seconda stagionale. Con la Citroen C3 il transalpino ha dominato la prova, della quale ha assunto il comando al quinto stage. Per via di una foratura l’ha ceduta provvisoriamente dopo la decima cronometrata a Kris Meeke (Toyota Yaris), che si è poi fatto da parte nell’undicesima sempre per via di uno pneumatico bucato.

Ogier si è imposto anche nel Power Stage centrando un importante en plein in termini di punti (30 in totale). Nel Rally del Messico Ott Tänak (Toyota Yaris), secondo, gli ha reso poco più di mezzo minuto, ma è riuscito a rimanere al comando del mondiale con 65 punti, 4 in più rispetto al pilota francese. Il podio è stato completato da Elfyn Evans (Ford Fiesta) a quasi 50 secondi dal vincitore.

La scuderia coreana della Hyundai è la sola ad essere rimasta fuori dal podio. Con Thierry Neuville (i20 Coupé) è riuscita a centrare il quarto posto, ma il belga è scivolato in terza posizione della graduatoria iridata provvisoria. Sia Dani Sordo, al suo debutto stagionale, sia Andreas Mikkelsen, che era stato anche al comando della gara, hanno avuto inconvenienti: lo spagnolo ha chiuso nono, mentre il norvegese, che era arrivato undicesimo, è stato poi escluso dalla classifica.

Meeke si è piazzato quinto, confermando una ritrovata stabilità agonistica (35 punti finora) ed anche l’affidabilità delle vetture del costruttore giapponese, che ha piazzato anche Jari-Matti Latvala nella Top 10 (ottavo, seppur con un grave ritardo). Con la seconda Citroen C3, Esapekka Lappi si è dovuto accontentare della 13° posizione fra i 15 dei 22 partenti arrivati fino in fondo. A fine mese la carovana del Wrc rientra in Europa per il Rally di Corsica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *