Piramidi di Segonzano

Bizzarri fenomeni naturali di terra

Le piramidi di terra più alte e dalle forme più belle d’Europa si trovano in località Segonzano in provincia di Trento. Per raggiungerli bisogna effettuare una breve camminata adatta a tutti. Nella stagione invernale sono visibili anche dalla strada in quanto la vegetazione è più spoglia e queste guglie di terra si fanno strada in mezzo alla neve.

I pinnacoli sono formati da coni di materiale morenico su ciascuno dei quali poggia un grande masso creando singolari strutture di terra costituite da argilla morenica di origine fluvio-glaciale, residuo di alcuni ghiacciai locali secondari. Queste formazioni geologiche hanno la peculiarità di essere coese e compatte in condizioni di siccità, ma in quanto argillose, se esposte alla pioggia perdono stabilità e si sgretolano formando scarpate di 10 – 15 metri.

I massi aderiscono all’argilla creando una barriera contro la pioggia, così che ad ogni precipitazione si verifica un inconsueto fenomeno: il materiale non protetto dai massi viene eroso e trasportato a valle facendo emergere letteralmente dal fondo le maestose piramidi di terra.

È difficile definire il lasso di tempo entro il quale si può formare una piramide di terra, in quanto il fenomeno dipende da numerosi fattori. Così come è pressoché impossibile definire con precisione l’età delle piramidi di terra o che possono raggiungere. Una cosa però è certa: le piramidi di terra più belle e più grandi si sono formate nel corso di migliaia di anni.

Una piramide di terra è destinata a scomparire rapidamente quando il cosiddetto „cappello“ cade dall’apice della colonna: in tal modo, privo di protezione, il materiale rimane esposto alle intemperie e la colonna si riduce ad ogni precipitazione. E mentre nel corso di questo processo una piramide di terra scompare, sulla scarpata se ne forma contemporaneamente una nuova.

Per questa loro forma particolare vengono anche denominate “Cappelli delle Fate” . Questo fenomeno si verifica anche in altre vallate vicine. Molto famose sono infatti anche quelle dell’altipiano del Renon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *