Sony Alpha A7 III

La Sony Alpha A7 III è il nuovo modello “entry-level” della serie full mirror Alpha full frame (a pieno sensore), con un sensore da 24 Megapixel, stabilizzazione integrata, filmati 4k, scatto continuo a 10 fps con autofocus e la durata della batteria più lunga rivendicata di qualsiasi fotocamera mirrorless fino ad oggi. Annunciato a febbraio 2018, questo successore di A7 Mark II condivide la stessa risoluzione di prima, ma gode di aggiornamenti in condizioni di scarsa illuminazione, velocità, copertura e densità dell’autofocus, qualità video, controlli e connettività.
L’A7 III è basato su un nuovo sensore full-frame da 24 Megapixel ora retroilluminato per un rumore più basso e una gamma dinamica più elevata. È stabilizzato all’interno del corpo con un sistema a cinque assi per cinque stop e dispone anche di 693 punti AF con rilevamento di fase incorporati in tutto il 93% dell’area, lavorando a fianco di 425 aree basate sul contrasto a livelli di luce fino a -3 EV. L’array a rilevamento di fase corrisponde a quello dell’ammiraglia A9 e, sebbene sia comprensibilmente non così veloce, A7 III è ancora in grado di mettere a fuoco e registrare due volte il suo predecessore e ora supporta anche il rilevamento degli occhi. Girerà anche in modo rispettabilmente veloce, a 10 fps con autofocus continuo, indipendentemente dal fatto che tu stia usando l’otturatore elettronico meccanico o silenzioso; c’è spazio per 177 JPEG nel buffer e catturerà anche i file RAW a 14 bit, passando solo a 12 bit quando si scattano le raffiche con l’opzione RAW compressa.
I filmati possono essere catturati in risoluzione 4k con copertura full-frame o con crop Super 35 APSC confermando i limiti del frame rate. Sono inoltre disponibili 1080p fino a 120 fps, prese per microfono e cuffie, S-Log 2 e 3 per la registrazione di filmati e la possibilità di acquisire anche in HDR. La A7 III eredita anche alcuni aggiornamenti visti su A9 e A7r III, inclusi due slot per schede di memoria (come prima una sola velocità di supporto UHS-II), un joystick AF, pulsante AF-ON, porte USB C e Mini USB ( consentendo il tethering veloce e l’alimentazione USB simultaneamente) e l’ultima batteria Z che, grazie a un sensore di potenza e uno schermo più bassi. Nel frattempo, il mirino utilizza un pannello OLED XGA e lo schermo inclinabile è ora sensibile al tocco (anche se come i modelli precedenti utilizzati solo per riposizionare l’area AF o spingere le immagini ingrandite in giro per la riproduzione).La A7 III può essere classificata come il modello “di base” nella serie Alpha full-frame, ma offre un ottimo prezzo per il prezzo. Continua a leggere per scoprire tutto ciò che è nuovo e come si confronta con i suoi fratelli Alpha e rivali in entrambi i mondi mirrorless e DSLR!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *