Virus cinese, KO la Formula E

La nuova epidemia causata dal Coronavirus che sta seminando il panico in Cina -causando la morte di 304 persone nella regione di Wuhan– ha portato alla cancellazione di un altro evento sportivo di portata internazionale dopo il rinvio dei Mondiali di Atletica Indoor e del massimo campionato calcistico nazionalee la cancellazione della tappa di Coppa del Mondo di Sci Alpino sulla pista olimpica di Yanqing. La FIA ha infatti deciso di cancellare la gara del 21 Marzo della Formula E prevista sul tracciato di Sanya, nell’Hainan, per evitare situazioni di potenziale pericolo per la popolazione locale. L’evento per ora non è stato totalmente depennato: se la situazione medica dovesse migliorare, la corsa potrebbe essere ancora recuperata in una data successiva. Il mondo dei motori segue con particolare apprensione l’evolversi della situazione: anche se non ci sono ancora notizie certe in merito, la disputa della tappa cinese del Mondiale di Formula Uno il 19 Aprile a Shanghai è in forte dubbio. E c’è preoccupazione anche nel vicino Vietnam che dovrebbe ospitare la prima edizione del proprio GP sulle strade della capitale Hanoi il 5 Aprile: al momento i pochi casi “importati” sono stati contenuti, ma le autorità sanitarie indocinesi seguono con preoccupazione l’evolversi degli eventi nell’Hebei. Non è la prima volta che un evento motoristico viene cancellato per ragioni sanitarie. Nel 2001 l’intera stagione del Campionato Inglese Rally MSA fu cancellata a causa di una massiccia epidemia di afta epizootica, scatenando polemiche che rischiarono di portare alla definitiva estinzione della storica serie a vantaggio della serie BTRDA, che invece fu regolarmente disputata e fu sul punto di assorbire tutti i “Top Team” del rallysmo inglese. E nel 1994, la tappa di Madras del Campionato Superturismo D2 Asia Pacifico fu annullata a causa di una epidemia di peste che colpì la città sudoccidentale di Surat causando 56 morti, minacciando la stessa New Delhi e gettando nel panico anche alcuni paesi europei per il timore di alcuni casi importati: uno dei molti problemi che portarono alla fine prematura dell’affascinante progetto di una serie D2 “esotica”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *